canile vuoto marzo 2018

Non accade spesso, ma accade. E quando capita è il momento in cui tutti i volontari delle associazioni animaliste possono prendersi un minuto di riposo e pensare che tutto il loro lavoro, senza orari e senza festività, ha avuto un senso.

Le gabbie del canile di Marano Vicentino, gestito anche dall’associazione Enpa Thiene-Schio, sono ancora una volta vuote, dopo l’altro ‘regalo di Natale’ del dicembre 2016, in cui accadde esattamente la stessa cosa. La presidente Enpa Federica De Pretto non può non comunicare al mondo la propria felicità, come allora, nella pagina facebook del gruppo.

federica-de-pretto

Se la gioia potesse sprizzare da un post, questo sarebbe certamente uno di quei casi. ‘Premesso che noi lo facciamo – specifica De Pretto – solo ed esclusivamente per i cani, che corriamo in tutta la provincia a destra e a sinistra per trovare adozioni, che non abbiamo orari o festività…… la soddisfazione di avere il canile vuoto, ancora, è tanta’.

Ed ecco che arriva il momento del sassolino nella scarpa, portato ogni giorno, ma che ogni tanto è bene togliere. ‘Questa foto – continua De Pretto – chiude la bocca a tutta quella gentaglia, che chiacchera e chiacchera seduta davanti al pc. Quelli che dicono che Enpa non dà cani in adozione, invece che capire che diamo cani in adozione a qualcuno che probabilmente offre maggiori garanzie di chi sa solo sparlare. Beh, visti i numeri delle nostre adozioni e visti i risultati, queste persone dovrebbero trovare altri argomenti su cui sparlare’.
I cani non vengono dati in adozione per liberarsi di loro, ci tiene a specificare la presidente, ma perché c’è una famiglia che li desidera veramente. Pensando a questo, la soddisfazione del canile vuoto ha un significato di grande portata. ‘Il canile è privato – precisa De Pretto, ma Enpa Thiene-Schio segue tutte le adozioni, ed i risultati sono questi. Il mio grazie più grande va tutti i volontari che non si risparmiano’.

 

Marta Boriero

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:
Stampa questa notizia