caltrano - malga carriola

Una malga da gestire sul solco della tradizione ma anche un po’ agriturismo è quello che il comune di Caltrano chiede al futuro concessionario della comunale Malga Carriola, per la quale è appena stato reso pubblico il bando per la sua gestione durante il periodo 2018-2023.

Il nuovo affittuario dovrà infatti adibire opportunamente al pascolo di bovini i prati dei terreni annessi alla struttura rurale, a 1.220 metri di altitudine media, con un patrimonio fondiario complessivo di oltre 36 ettari, per ‘mantenere le caratteristiche ecologiche, ambientali e paesaggistiche dell’area’, ma anche esercitare obbligatoriamente l’attività di agriturismo ‘con somministrazione di pasti e spuntini’ durante il periodo di luglio e agosto. La malga sarà utilizzabile per il periodo dal 1° maggio al 31 ottobre di ogni anno.

Il canone minino annuo richiesto è di 13.950 euro. Al bando possono partecipare chi ha una attività agricola, iscritto regolarmente al registro delle imprese. Il malgaro sarà obbligato a fare della propria attività principale la lavorazione e trasformazione del latte. E’ prevista una riduzione del canone annuo anche del 20% se il gestore utilizzerà almeno metà del carico zootecnico per la produzione del latte di malga e di formaggi in modo continuativo.

Le offerte dovranno pervenire al comune di Caltrano entro le 12 di venerdì 23 febbraio. L’aggiudicazione verrà fatta con criterio dell’offerta più elevata alle 17.30 del 26 febbraio, in seduta pubblica. Per i dettagli consultare il bando d’asta completo sul sito del comune www.comune.caltrano.vi.it.

 

M.B.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su: