Cogollo piazza-scuola

Cosa ci facesse all’interno di quel montacarichi con cui ogni giorno la ditta distribuisce i pasti alla scuola media di Cogollo del Cengio, qualcuno lo sospetta, dati i trascorsi  del ragazzino dalla ‘testa calda’.

Il giovane mercoledì è stato salvato dal sindaco Piergildo Capovilla, dopo essere rimasto intrappolato nel vano.
L’intento, probabilmente, era quello di intrufolarsi dentro l’istituto di piazza Cengio, ma non si è reso conto che le sue dimensioni erano ben più grandi, di quelle dei piatti, rimanendo incastrato.

L’episodio, che ha attirato un capannello di persone, precipitate a capire cosa stesse accadendo,  è accaduto attorno alle 18.30. Era già buio quando le urla del ‘discolo’ adolescente hanno fatto accorrere il sindaco di Cogollo, seguito da un consigliere comunale.
Il primo cittadino ha cercato di non perdere tempo e si è messo ad armeggiare sul montacarichi, per cercare di liberare il giovane, mentre qualcuno avvisa i vigili del fuoco.
Non c’è stato bisogno di loro, perché Capovilla è riuscito a fare tutto da solo.

Il ragazzino che è già noto in paese per altre gesta ‘eroiche’, è uscito indenne dal macchinario, facendo tirare un sospiro di sollievo a chi aveva assistito alle operazione di salvataggio.
E se tutto è bene quel che finisce bene, rimane il dubbio sul perché sia finito là dentro.

N.B.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:
Stampa questa notizia