lupi predazioni

Lega Nord all’Unione Europea: ‘ Modificare con urgenza la direttiva sulla tutela dei lupi’


L’annosa questione del proliferare di branchi di lupi e dei loro attacchi predatori lungo la zona montana e pedemontana della Regione Veneto, torna nelle aule del Parlamento Europeo.   A farsi nuovamente portavoce delle istanze e delle preoccupazioni di migliaia di allevatori e agricoltori montani, vittime ormai quotidiane degli attacchi dei lupi, è l’europarlamentare della... continua a leggere...
cinghiali-5-475

Battaglia ai cinghiali. Tar del Veneto respinge istanza associazioni animaliste


Il Tar del Veneto ha respinto l’istanza cautelare sollevata da Enpa, Lipu, Lac, Wwf e Lav in merito alla delibera della Giunta regionale del Veneto di approvazione del Piano triennale di controllo del cinghiale. L’istanza era orientata anche a sollevare la questione di legittimità costituzionale dell’articolo 17 della L. R. n. 50/1993, ovvero la norma regionale... continua a leggere...
orso3

Catturata orsa di 110 kg in Trentino


Nella serata di ieri è stato catturato, munito di radio collare e subito rilasciato, dal personale del Servizio Foreste e fauna coadiuvato da personale veterinario dell’Azienda sanitaria, un esemplare di orso. La cattura, spiega la Provincia di Trento in una nota, è avvenuto in val Genova, nel gruppo Adamello Presanella. Si tratta di una giovane... continua a leggere...
Cow automation farming agricultural

Gli italiani non vogliono gli allevamenti intensivi


L’allevamento intensivo non piace per niente agli italiani che lo ritengono crudele per gli animali (77%). Si tratta, secondo l’opinione dell’80% dei cittadini, di un sistema che metta il profitto al di sopra del benessere degli animali. Secondo un sondaggio condotto da YouGov per CIWF, riguardo agli impatti dell’allevamento intensivo, il 49% degli intervistati ritiene che... continua a leggere...
Cani

Valli. Cuccioli abbandonati all’Ossario cercano casa


Sono 3 cuccioli di segugio di circa 3 mesi e sono stati abbandonati tutti insieme all’Ossario del Pasubio. Ora cercano tutti una famiglia per la vita, qualcuno che li aiuti a dimenticare di essere stati trasportati e lasciati al freddo della notte, da soli, senza cibo né acqua.