Le giornate si accorciano, e il sole tramonta un’ora prima: nella notte fra il 26 e il 27 ottobre, torna in vigore l’ora solare.

Lancette indietro, si dormirà un’ora in più. In seguito ad una consultazione popolare – a cui hanno partecipato oltre 4 milioni di cittadini europei – l’ora legale è destinata ad essere abolita.

L’abolizione era stata proposta nel febbraio del 2018 da alcuni eurodeputati dei Paesi dell’est e nordici, come ad esempio la Finlandia. Richiesta respinta in un primo momento dal Parlamento europeo.

Nell’estate dello stesso anno, la proposta è stata rilanciata. Ma il presidente Juncker in quell’occasione aveva precisato che potrebbe essere abolita l’ora solare e non quella legale.

Entro aprile 2021 ogni Paese dell’Unione dovrà fornire la propria posizione ufficiale sull’abolizione dell’ora legale.

Intanto, il 27 ottobre tornerà in vigore l’ora solare e così sarà fino al vigore fino al 29 marzo 2020.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:
Stampa questa notizia