Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

E’ la presidente del Congresso del Perù Mirtha Vasquez a chiedere giustizia per Nadia De Munari, la missionaria laica uccisa a Chimbote e della quale, oggi pomeriggio, è stato celebrato il funerale proprio nella città peruviana.

“Sono costernata e indignata, pretendiamo seria indagine”, ha commentato l’esponente politico.

La salma della missionaria arriverà in Italia tra un paio di settimane. Proseguono, nel frattempo, le indagini degli inquirenti e a Chimbote è arrivato un nucleo specializzato della Direzione nazionale di investigazione criminale della Polizia nazionale.

Il punto di partenza è uno: un’aggressione talmente feroce da sembrare intenzionale e far pensare ad una evidente volontà di uccidere. Dalla scena del crimine è sparito solo il cellulare della vittima ed un altro apparecchio telefonico.

La Polizia ha informato che sta approfondendo la posizione di quindici persone, tra cui sei minori.

Ma è Mirtha Vasquez a dare un segnale forte, politico. “Sono costernata – ha espresso via twitter – La mia condanna e indignazione per questo attacco brutale. Nadia, come molti altri volontari stranieri, viene per vocazione ad aiutare in modo solidale il nostro Paese. Pretendiamo dal Ministero dell’Interno una seria indagine”.

di Redazione Altovicentinonline

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:
Stampa questa notizia
Footer Top

Terra e Gusto

A Dario Loison il Premio Museo Nazionale Panettone - Si è svolta a Milano il 25 novembre 2023 nella la Sede della Fondazione ATM la prima edizione del Premio del Museo Nazionale del Panettone, riconoscimento che nasce da un’idea di Emanuele Giordano,... continua a leggere...

Pensieri in Libertà

Appello agli uomini da uomini vicentini contro la violenza sulle donne - RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO “Siamo un gruppo di uomini, responsabili di associazioni e organizzazioni di Vicenza, che si stanno interrogando sul modo in cui prendersi carico della violenza che i maschi agiscono contro... continua a leggere...

L'inchiesta

L’educazione civica funziona, ma se ne fa troppo poca - L’educazione civica in Italia gode di buona salute, ma ancora se ne fa troppo poca, e l’estrazione sociale della famiglia di provenienza resta determinante per sviluppare una sensibilità civica nei giovani alunni.... continua a leggere...
La tua pubblicità