Gli Alpini sulle molestie a Rimini: “Quereliamo perché siamo stati diffamati”

Alcune querele sono già partite, “altre lo saranno nei prossimi giorni”. L’Associazione nazionale Alpini (Ana) va dunque avanti “contro quanti l’abbiano diffamata” per il caso molestie durante l’adunata nazionale a Rimini. “Dopo un approfondito esame di centinaia di servizi giornalistici, trasmissioni televisive e post sui social network pubblicati sul cosiddetto ‘caso molestie’ seguito all’adunata nazionale, tenutasi in... continua a leggere...

Salvini: “Faremo un ministero per la montagna”

Un ministero per la montagna. È la proposta lanciata da Edoardo Rixi, coordinatore della Lega in Liguria e candidato alla Camera nel collegio uninominale di Liguria ponente. “Chiediamo un ministero apposito. La montagna è il cuore verde dell’Italia, non può restare indietro – afferma il deputato – le aree montane del nostro Paese soffrono una carenza di infrastrutture all’avanguardia... continua a leggere...

Ultime ore di caldo, arriva il maltempo: pioggia e temporali

Dopo una prima parte della settimana con l’anticiclone africano, che ha portato punte di oltre 34-35 gradi centigradi, sono in arrivo giornate caratterizzate da rovesci e temporali, “fino all’epilogo con aria fredda in discesa dal Nord Europa nel weekend“, lo dice Edoardo Ferrara meteorologo di 3bmeteo.com. “Fino a martedì compreso stabilità atmosferica da Nord a Sud con temperature in... continua a leggere...

Confcommercio: come i negozi possono combattere il caro energia

Il caro energia è il principale problema che i negozi devono affrontare. Il presidente della rete associativa vie Confcommercio Milano, Gabriel Meghnagi, intervistato dall’AGI, parla di alcune misure che si possono mettere in campo per abbassare i consumi. “Escludo – sottolinea – chiusure anticipate, sarebbe la morte annunciata delle attività. Per prima cosa si potrebbero sostituire... continua a leggere...

13enne suicida, stiamo trascurando i problemi dei nostri giovani. Crepet: ” Vietare social ai bambini”

Un’aggressione della quale non esiste traccia in denunce o informative. Ma di cui qualcuno avrebbe riferito ai militari dell’Arma. Il cellulare del ragazzino è stato sequestrato e all’interno gli investigatori hanno già trovato riscontri alle ipotesi investigative di una persecuzione a cui il ragazzino era vittima da alcuni mesi. Alessandro quindi non solo conosceva quei ragazzi, forse... continua a leggere...