L’inchiesta. Il fascismo raccontato dai giornali: per l’80% non è disvalore assoluto

di Mattia Caulo Fascismo, nazismo e razzismo sui media? Un “disvalore assoluto” solo per il 20% dei quotidiani e tra l’8 e il 20% delle trasmissioni televisive. È il risultato di una ricerca interdisciplinare, presentata a Bologna, finanziata dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. L’iniziativa, anche di formazione per gli iscritti, è stata promossa... continua a leggere...

‘Le misure anti Covid dureranno per lungo periodo. I giovani ci stanno dando grande lezione’

“Sicuramente la pandemia non sparirà di colpo, andrà verso la fase endemica e dovremo stare ancora attenti. A ogni livello, ognuno deve capire che certi comportamenti e certe precauzioni dovranno essere mantenuti nel lungo periodo, ma sono molto fiducioso che ne usciremo. Si spera che questa malattia rimanga un brutto ricordo e magari affiori a... continua a leggere...

Reddito di cittadinanza e ‘furbetti: ecco quando scatta il blocco del conto corrente

Pugno duro contro i furbetti del reddito di cittadinanza. Chi ha “dimenticato” di comunicare all’Inps di avere un nuovo lavoro rischia il blocco totale del conto corrente e la restituzione della somma indebitamente percepita. È quanto sancisce una sentenza della Cassazione. Blocco del conto corrente, la sentenza della Cassazione La vicenda riguarda una donna che aveva continuato... continua a leggere...

Pd Veneto: ‘Servono restrizioni per i no vax’

Chi decide di non vaccinarsi contro il Covid deve essere sottoposto a restrizioni più severe, in modo da evitare il dilagare dei contagi. Lo chiede la consigliera regionale democratica e vicepresidente della commissione regionale Sanità Anna Maria Bigon, secondo cui “non possiamo permettere che un pugno di irriducibili no vax con la loro irresponsabilità metta... continua a leggere...

La mamma no vax viene trascinata in tribunale: il minore sarà vaccinato

(Adnkronos)Due genitori, l’uno contro l’altro per il vaccino anti covid del figlio: la mamma no vax, il padre a favore. Alla fine, la mamma no vax ha perso la propria battaglia in Tribunale a Rovigo di fronte al marito, divorziato, che ha ottenuto dai giudici l’autorizzazione a somministrare al figlio 14enne non solo il vaccino anti-Covid, ma anche i vaccini... continua a leggere...

Stop al canone Rai in bolletta

Il canone Rai, a partire dal 2023, sparirà dagli “oneri impropri” dei costi dell’energia. In pratica non dovrà più rappresentare una voce della bolletta dell’energia elettrica e ciò è la conseguenza degli impegni presi dal Governo italiano con l’Unione Europea nel Pnrr. Il canone Rai, insomma, appesantisce le bollette dell’energia che diventano così molto più care dell’effettivo... continua a leggere...

Oggi è il Single’s Day

(Agi) La stagione dello shopping online quest’anno comincia prima. Chi era abituato all’appuntamento fisso con il Black Friday per l’ultimo venerdì di novembre, dovrà aggiornare il proprio calendario. La nuova ricorrenza dello shopping online si chiama Single’s Day, cade l’11 novembre ed è la festa dello shopping che arriva dalla Cina con la promessa di cambiare le abitudini... continua a leggere...

Lotta alla pandemia: l’efficacia dei vaccini e il grado di copertura rispetto al virus

Un non-vaccinato ha probabilità 13,4 volte maggiore rispetto a un vaccinato di finire in terapia intensiva. Per un non vaccinato, la probabilità di morire dopo aver contratto il virus, rispetto a un vaccinato, è 5,2 volte maggiore, mentre 7,8 volte maggiore è la probabilità di essere ospedalizzato con sintomi. Sono questi i risultati dell’elaborazione statistica dei dati principali... continua a leggere...

Stop alle manifestazioni no pass nei centri storici e più controlli sui Green pass

“Le manifestazioni cosiddette ‘no pass’ stanno paralizzando ogni sabato, da settimane, il centro storico di tante città, creando disagi a cittadini e commercianti, oltre a generare assembramenti tra non vaccinati. Per ovviare a questi disagi il ministero dell’Interno ha varato una ‘stretta’ e stabilito regole nuove: sono concessi solo sit-in e fuori dai centri storici“.... continua a leggere...

Veloci nel proporti le offerte, i call center sono percorsi ad ostacoli per la risoluzione dei problemi

Presenti e zelanti quando si tratta di proporre offerte o di vendere nuovi servizi, si fanno invece attendere e sono difficilmente raggiungibili, quando devono risolvere un problema del cliente già conquistato. È questa la fotografia, scattata da un’indagine del Codacons sui call center della maggiori aziende telefoniche ed energetiche. La ricerca è stata condotta dal... continua a leggere...