davide peron

Un tema diverso per ogni tappa musicale ma un comune palcoscenico naturale, il fascino dei rifugi delle Piccole Dolomiti.

 

Ritorna l’atteso e sempre più ‘cult’ ‘Mi rifugio in tour’ versione 2016 del cantautore scledense Davide Peron, 42 anni, giunto ormai alla 9° edizione, che ogni anno richiama sempre più numerosi appassionati con scarponi ai piedi e zaino in spalla.

 

Ospite del Mapuche Cafè di Breganze dalle 21, in una serata metà concerto e metà intervista a cura del giornalista e scrittore Claudio Tessarolo, Peron proporrà assieme ai musicisti che lo affiancheranno nelle sue tappe montane una anteprima del suo viaggio musicale tra la natura. La prima tappa è prevista domenica prossima.

 

Peron è artista che piace per la semplicità con cui canta la terra dove è nato, per come riesce a far meditare sui sentimenti più veri, unendo nei soggetti poetici scelti le bellezze della montagna e la fatica del vivere quotidiano, alle quali ha negli ultimi anni affiancato le tematiche sociali di denuncia verso la guerra e la criminalità organizzata. E’ solo di pochi giorni fa la presentazione del nuovo videoclip ‘Mamma se solo sapessi’, sul tema della sofferenza dei soldati durante il primo conflitto bellico.

davide peron 2015

 

Con 4 album all’attivo, ‘Davide Peron’ (1998), ‘Aria buona’ (2008), ‘Fin qui’ (2012) e ‘Imbastir parole’ (2014), l’artista scledense ha alle spalle decenni di attività concertistica in Italia e all’estero  ed è noto anche per il suo impegno sociale di educatore pedagogista. Nel 2015 ha realizzato infatti l’originale videclip ‘V’è un angolo di luce’, ideato e girato interamente da persone disabili.

 

Nel suo ‘Mi rifugio in tour 2016’ Davide Peron sarà affiancato da Davide Antonio Pio (tastiere e cori), Simone Bortolami (chitarre e cori), Stefano Cumerlato (fonico) e Simone Maistrello (grafico).

 

Per prenotare un posto alla serata di presentazione. 348/9052100 Luciano – lucianoclub@libero.it.

 

 

Marta Boriero

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su: