Zaia blocca le schede. Fracasso: ‘Sulla sanità decide la politica’ e scagiona i sindaci

Una mail ed una telefonata da parte dei Sindaci dell’Alto Vicentino avrebbero indotto il governatore del Veneto Luca Zaia a bloccare le schede ospedaliere in approvazione definitiva in consiglio regionale nei prossimi giorni. Una notizia ‘bomba’, confermata oggi, che rimette in discussione il futuro della Sanità locale e dell’ospedale di Santorso che nei giorni scorsi,... continua a leggere...

Ulss 7. I sindaci a Simoni: ‘ La sanità è nostra priorità’. Scoppia il caso Ramathi

Anestesisti in ambulanza a fronteggiare il primo soccorso e che quindi vogliono andare via, medici costretti a turni estenuanti che per missione, fanno i salti mortali, ma non possono dilaniarsi. Fiori all’occhiello della sanità, che lasciano un ospedale ed un territorio che amano perchè togliendo i primariati vengono mortificati nel loro curriculum di primo piano.... continua a leggere...

Santorso. I sindaci su ospedale: ‘Siamo stati presi in giro. La politica ha preferito Bassano’

A Bassano tutto, a Santorso nessuna promessa mantenuta. Ecco cosa significa avere personaggi di spicco della politica che conta in Regione, dove, dall’epilogo sulle schede ospedaliere, è emerso che se hai un ruolo nei palazzi dei poteri puoi avere quello che viene poi letteralmente ‘scippato’ agli altri territori. Come se questi avessero come residenti dei... continua a leggere...

Schede ospedaliere. Ok commissione consiglio regionale. “Fatto buon lavoro”

Le schede ospedaliere ottengono l’ok della quinta commissione del consiglio regionale ed ora la parola torna in Regione. Alla giunta di Zaia il compito di chiudere l’iter. “Con queste schede, la sanità veneta può compiere un nuovo passo avanti di efficienza organizzativa e di erogazione delle cure tarata sulle esigenze, storiche ed emergenti, della popolazione.... continua a leggere...

Psichiatrici al Pronto Soccorso. ‘No ad accesso diretto ai reparti’

“Non solo vi saranno enormi problemi operativi da risolvere senza alcuna indicazione e con meno risorse, ma anche maggiori rischi clinici e riduzione delle garanzie di tutela della salute del paziente, un preoccupante passo indietro anche culturale rispetto alle buone pratiche cliniche, un aumento della discriminazione sociale delle persone con disturbi mentali. Soprattutto non vi... continua a leggere...

M5Stelle: ‘Fuori la politica dalla sanità’

Il ministro della salute, Giulia Grillo, ha annunciato un giro di vite nei concorsi per il personale delle aziende sanitarie. Lo ha fatto a Perugia , dove si è recata in visita insieme al vicepremier Luigi Di Maio e al guardasigilli Alfonso Bonafede. Tracce d’esame informatizzate ed estratte da algoritmi, lo stesso giorno della prova. Questa la rivoluzione... continua a leggere...