Casapound Thiene striscione guerra siria

Anche a Thiene è comparso lo striscione contro la guerra in Siria. Casapound manifesta il “no all’aggressione Usa che aiuta i terroristi”.

In cento città, tra le quali anche Thiene, è stato affisso lo striscione, perché: “L’attacco alla Siria da parte degli Usa, Inghliterra e Francia, sulla base dell’ultima di una serie di fake news  diffuse ad arte, rappresenta un attentato alla pace mondiale ed alla sicurezza dell’Europa”.

Con queste parole Di Stefano, leader di CpI, spiega la presa di posizione del movimento nei confronti dei bombardamenti sulla Siria, guidati dagli Stati Uniti: “Ancora una volta la forza occidentale è rivolta verso quelal Siria che, ancora nel 2010, Giorgio Napolitano parlando al fianco di Bashar Al Assad, definiva ‘esempio di laicità ed apertura’  – continua – Di nuovo, anziché colpire i terroristi, si attecca chi li combatte sul campo. E tutto questo col plauso della sinistra politica ed intellettuale, senza neanche un governo nazionale nel pieno delle sue funzioni. Serve un esecutivo vero, che si opponga a questa follia, se i vincitori delle elezioni ne sono capaci”.

P.V.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:
Stampa questa notizia