Coldiretti Vicenza: “L’inflazione colpisce il 47% delle famiglie a tavola. Rischio scelte cibo di bassa qualità”

L’inflazione svuota le tavole del 47% delle famiglie, costrette a tagliare le quantità di cibo acquistato a causa dei rincari nel carrello della spesa. È quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Censis, in merito ai nuovi dati Istat sull’inflazione a novembre 2022, che vedono una crescita del 13,3% per i beni alimentari rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.... continua a leggere...

Il dg dell’Ulss 7: “I giovani non hanno vocazione medica, non vogliono fare turni e lavorare nei week end”

“Tutto il personale dell’Ulss7 è concentrato sul lavoro per cercare di smaltire le liste d’attesa, ma il problema principale è la carenza di personale, con i bandi che vanno deserti perchè c’è una ‘crisi di vocazione’ verso lavori che comportano turni nei festivi e nei week end”. E’ quanto emerso ieri, dalla riunione convocata a... continua a leggere...

Giornata della disabilità: a Marano il “Progetto sollievo” e la mostra “Il potere della diversità”

Sabato 3 dicembre è la Giornata internazionale delle persone con disabilità. Il Comune di Marano Vicentino è impegnato su questo fronte con diverse iniziative. Presso la “Casa di Rosa” – donata da Rosa Sartore, inaugurata la scorsa primavera e ora affidata in comodato all’associazione maranese Gis – prosegue il “Progetto sollievo”, per accogliere durante il giorno giovani con disabilità. Il progetto... continua a leggere...

Carenza cronica dei medici di famiglia, Flor : ” Il Veneto triplica i posti per medicina generale”

Data la carenza di medici, la Regione Veneto ha fatto tutto quel che poteva per aumentare il contingente di medici ammessi ai corsi di formazione specifica in medicina generale. Infatti, il numero di posti messi a bando nel triennio 2021-2024 risulta “più che triplicato rispetto al triennio 2020-2023, passando da 128 a 433 posti”. In... continua a leggere...

Il Sociale in Veneto sta morendo, si scende in piazza. “Irpef per i ricchi per aiutare i poveri”

“Si imponga l’irpef regionale ai ricchi per aiutare le fasce deboli”.Coprire e neutralizzare l’aumento delle rette di residenze per anziani, asili nido, strutture assistenziali per la disabilità e le diverse fragilità. Assumere, stabilizzazione e valorizzazione  personale (in particolare infermieristico e OSS) nelle RRsa,  nelle Ipab, nei Centri Diurni e nell’Assistenza Domiciliare. Sostenere le famiglie che... continua a leggere...

Covid, la Regione Veneto approva il piano sanitario: cosa cambia e cosa resta invariato

La Giunta regionale, su proposta dell’Assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin, ha approvato un ulteriore aggiornamento del proprio Piano di Sanità Pubblica dal titolo “Aggiornamento e Rimodulazione delle Strategie di Gestione e Controllo della Pandemia Covid-19”. Il documento parte dalla premessa che “l’attuale scenario epidemiologico è caratterizzato da un aumento dei casi di Sars-Cov-2, con l’occupazione... continua a leggere...

Medici di base, 132 le zone carenti nella sola provincia di Vicenza. L’esercito dei prossimi pensionati ed un futuro nero

Il 2023 e il 2024 saranno gli anni-record per numero di medici di medicina generale operanti sul territorio veneto che lasceranno l’attività lavorativa per andare in pensione. Un fenomeno che, guardando nel lungo periodo, porterà in meno di quindici anni ad una fuoriuscita di oltre 1.900 professionisti. A questo si aggiunge l’evoluzione demografica che vedrà... continua a leggere...

Tra i finanziatori di Renzi e Calenda c’è Renzo Rosso, ma non è stato il più generoso. Ecco chi sono gli altri

Hanno superato anche il Pd e durante la campagna elettorale, Italia viva di Matteo Renzi e Azione di Carlo Calenda hanno raccolto oltre 1,4 milioni di euro in donazioni. Di questi, circa 970 mila euro sono stati raccolti da Azione e quasi 435 mila da Italia viva. Tra i sostenitori  c’è la breganzese Diesel. La... continua a leggere...

“In Veneto si ricorre a infermieri esterni pagati 6mila euro al mese per coprire la voragine di personale”

Accade in Veneto, Regione già ampiamente in vetta alle cronache tutt’altro che edificanti della nostra sofferente sanità locale. In tutta Italia, e certamente anche in Veneto, decine di infermieri, decidono volutamente, da mesi, stanchi e logorati da una situazione economico-contrattuale esasperante, di dimettersi dalla sanità pubblica e di aderire ad agenzie esterne. Fin qui potrebbe... continua a leggere...