San Vito. Fuori dall’Unione Montana e Imu invariata: “Pensano solo ai soldi”

San Vito esce ufficialmente dall’Unione Montana Pasubio Alto Vicentino e in un consiglio comunale decisamente ‘infuocato’, addirittura più per i toni che per l temperatura, la maggioranza decide anche di non ritoccare l’Imu al ribasso, per consentire al Comune gli investimenti programmati. Non ci sta il gruppo di opposizione Siamo San Vito & Leguzzano, il... continua a leggere...

E’ polemica sui rimborsi ai consiglieri regionali. Ciambetti: ‘Per coscienza si restituiscano’. M5S: ‘Mani nella marmellata’

“Se qualche consigliere ritiene di aver percepito un rimborso forfettario che, nei mesi della quarantena causa Covid, non era commisurato con l’attività effettivamente svolta, è libero di devolvere in tutto o in parte quanto percepito e per quanto mi riguarda ho caldeggiato e caldeggio ancora questa opportunità. Del resto, so che molti consiglieri hanno versato... continua a leggere...

Caltrano. “Malghe cardine dell’economia di montagna, serve Ecobonus al 100%”. Video

L’importanza delle malghe come presidi dei territori montani, ma anche come punto centrale dell’economia ad alta quota e strutture in grado di dare lavoro a famiglie e a molti giovani, che scelgono la vita ‘nella natura’, per farne il loro lavoro. E’ uno dei temi che intende sviluppare Giacomo Possamai, candidato del Pd alle prossime... continua a leggere...

Ava: è scontro sul risarcimento a Schio: “Dovuto anche a Santorso e Marano”

Lo scontro tra il Comune di Schio e la società partecipata dei rifiuti Ava procede senza sconti e, dopo il conferimento da parte del sindaco Valter Orsi del mandato ad un avvocato, incaricato di valutare l’eventuale sostituzione dell’azienda nella gestione dei servizi, anche il Comune di Santorso e quello di Marano Vicentino potrebbero avanzare una... continua a leggere...

Guadagnini: “Siamo uniti per la prima volta per l’autogoverno del Veneto”

“Dobbiamo aspirare al modello di autonomia finanziaria totale come quello ottenuto dall’SVP in provincia autonoma di Bolzano che appunto raccoglie le tasse e poi distribuisce a Roma la differenza e non viceversa. Rimane chiaramente sul tavolo anche la carta di un referendum indipendentista, dato che dopo mille giorni dal referendum di tre giorni fa ha dato... continua a leggere...

Schio. Cittadini attivi per la loro città: inizia il percorso di partecipazione

E’ ufficialmente iniziato il percorso di partecipazione per i cittadini di Schio. Insegnerà a diventare cittadini attivi, a far parte della vita sociale e dei loro quartieri. Una prima, formativa e piacevole ‘infarinata’ di vita da condividere in modo democratico, che ha visto la piena collaborazione tra la promotrice Giulia Andrian, consigliere comunale e candidato... continua a leggere...

Possamai corre forte alle Regionali:’ Dal Veneto i giovani non dovrebbero andare via’

‘Il Veneto deve tornare a essere attrattivo come è sempre stato’ E’ senza dubbio il cavallo di razza sul quale punta il Pd vicentino per la prossima tornata elettorale regionale di settembre. Basta ascoltarlo per cinque minuti per rimanere colpiti dalla qualità delle argomentazioni con cui vuole arrivare alla Regione Veneto:  qualità e sostanza di... continua a leggere...

C’è chi ha la Lega-ladrona e chi quella generosa. I gruppi veneti donano assegno da 950mila euro per Covid

C’è una Lega-ladrona sulla quale indaga la magistratura milanese e c’è un Carroccio, del quale possiamo andare fieri in Veneto, quello che dona un assegno da 950 mila euro per sostenere  la cosiddetta ‘Emergenza Covid’.  Il gesto è stato possibile da parte dei 3 gruppi consiliari, grazie alla legge che consente di impegnare ai fini... continua a leggere...

Lorenzoni a Santorso: “Servizi e Sanità subito, è finita la pacchia”

Se vincerà alle prossime elezioni regionali sarà il nuovo governatore del Veneto, se perderà farà “marcatura a uomo”, una strenua opposizione alle calcagna di chi governerà la Regione. E anche questa seconda opzione sarebbe una gran bella novità per il governo regionale del Veneto, dove l’opposizione di centro sinistra, negli ultimi anni, è apparsa spesso... continua a leggere...

Cristina Guarda: “Famiglia al centro, giovani, ambiente e imprese in un dialogo possibile”

Bene, cura del prossimo, valorizzazione dei giovani e della famiglia. Sono le quattro parole più ricorrenti nel discorso con cui Cristina Guarda ha deciso di candidarsi alla riconferma in Consiglio Regionale, dopo che cinque anni fa la rappresentante del mondo civico era stata la più giovane degli eletti. E la candidatura di Cristina Guarda, cattolica, imprenditrice... continua a leggere...