professore alunna

Torre. “Ho avuto una relazione con mia allieva”. Ai domiciliari il prof del Martini


Dopo giorni di carcere a Vicenza, e dopo Verona, torna nella sua casa di Torrebelvicino  il professore Francesco Di Luccio, 45 anni, arrestato prima di Pasqua con l’accusa di atti sessuali nei confronti di minore. Vittima una 15enne del liceo Martini di Schio che, confidandosi con un’amica, avrebbe fatto scattare le indagini della Guardia di... continua a leggere...
valli anziana 82 anni morta in casa

Valli. Anziana trovata morta in casa dal marito. La Procura apre un’inchiesta


La Procura di Vicenza  vuole vederci chiaro sulla morte dell’anziana donna, trovata stamane, immersa in una pozza di sangue, nella sua casa di Valli del Pasubio. E’ l’ennesimo lutto che colpisce la comunità di Valli ma, secondo quanto trapelato dalle prime indagini investigative,  non si tratterebbe di un dramma della solitudine, bensì di un incidente... continua a leggere...
IMG-20180417-WA0015

Thiene-Piovene. Centauro si schianta contro muretto


Erano circa le  16, quando  un motociclista ventiseienne di Piovene Rocchette, proveniente da Vicenza, all’altezza dell’intersezione Via Gombe – Via 51° Stormo di Thiene, per cause in corso di accertamento, ha perso il controllo del veicolo, andando a sbattere contro il muretto che delimita la sede stradale. Sul posto l’ambulanza del Suem 118 che lo ha trasportato all’Ospedale... continua a leggere...
Incidente1

Schio. Due feriti nel frontale: uno rimane incastrato tra le lamiere dell’auto


Ci sono volute cesoie, martinetti e divaricatori per estrarre dall’abitacolo uno dei due automobilisti feriti nel frontale accaduto questa mattina alle 6 in via Maestri del lavoro a Schio, dove i Vigili del Fuoco hanno lavorato per oltre un’ora insieme ai Carabinieri. Ferito anche l’altro conducente, che era stato trasportato all’ospedale ancora prima dell’arrivo della... continua a leggere...
Truffa online

Thiene. Acquisti online con truffa per due giovani: denunciati madre e figlio


Era agli arresti domiciliari per un altro reato, ma la voglia di fare affari ‘facili’ ha avuto la meglio. Filava tutto secondo copione, grazie ad un sistema di ‘telelavoro’ illegale che gli consentiva di fungere da ‘intermediatore’ nelle vendite online, che si risolvevano con l’introito di sostanziose forme di danaro e nessuna consegna della merce... continua a leggere...