Asiago. Il ‘No’ denuncia il ‘Sì’: “Manifesti coperti abusivamente, fuori i nomi”

“In tutto l’Altopiano di Asiago, i manifesti del ‘No’ al referendum del 4 dicembre sono stati volutamente coperti con quelli del ‘Sì’”. La denuncia arriva dal Comitato del No, che ha spiegato come nella notte tra sabato 26 e domenica 27 dicembre, ad Asiago, Rotzo, Gallio, Roana e Foza, i manifesti affissi negli spazi comunali... continua a leggere...

Carrè. La regione finanzia la messa in sicurezza del centro culturale Caradium

Grazie ad uno speciale fondo regionale destinato a prevenire il rischio sismico arriveranno presto a Carrè 124 mila euro, che saranno usati per mettere in sicurezza il centro culturale Caradium di via Monte Ortigara.   I lavori riguarderanno interventi strutturali di rafforzamento dell’edificio esistente. In particolare, si andrà ad adeguare simicamente il salone centrale, creando... continua a leggere...

86 casi di tumore al giorno. M5S: “Il Veneto fra le aree più inquinate d’Europa’

“L’inquinamento atmosferico resta il fattore ambientale più nocivo per la salute umana: secondo i dati dell’Agenzia Europea dell’Ambiente, causa nel nostro continente 467mila morti premature all’anno”.  Lo afferma in una nota il Consigliere regionale Manuel Brusco (Movimento 5 Stelle) che aggiunge: “La nostra Regione è in assoluto fra le più inquinate d’Europa e la qualità... continua a leggere...

Marano. Votare ‘no’ al referendum costituzionale. La politica regionale spiega il perché

Si muove la politica regionale del Veneto per spiegare le motivazioni del ‘no’ al referendum costituzionale del 4 dicembre. Lunedì 28 novembre alle 20.30, all’auditorium comunale di Marano, le indicazioni per il voto arrivano da Venezia. Elena Donazzan (assessore a Lavoro e Istruzione), Marino Finozzi, Antonio Guadagnini e Jacopo Berti, rispettivamente consiglieri regionali di Lega... continua a leggere...

Pedemontana. Il M5S sbraita contro Zaia: ‘” Lasci il Veneto ai veneti”

“Un’altra scena si aggiunge a quello che speriamo sia l’ultimo atto della triste ‘opera teatrale’ che si sta scrivendo sulla Pedemontana Veneta. Il ministero, nella prossima finanziaria, vorrebbe inserire un emendamento che permetta a CAV di diventare una normale concessionaria autostradale ed assieme a CDP sostenere il consorzio SIS, attualmente squattrinato, semplicemente togliendo i vincoli... continua a leggere...

Moretti contro Zaia: ‘Anzichè interessarsi della Pedemontana, perde tempo con la legge sul dialetto’

“I dialetti veneti li parliamo tutti e ne siamo orgogliosi. Mi domando che bisogno ci sia di insegnarli nelle scuole visto che non dobbiamo tutelare una lingua che va scomparendo né una minoranza. Forse dobbiamo tutelarci da chi ci governa, invece, perché francamente con tutti i problemi che ci sono, davvero abbiamo bisogno di occupare... continua a leggere...

Pfas. Censimento degli scarichi. Miteni: “Finalmente approccio serio in Regione”. Guarda: “Sono molto soddisfatta”

Passa in consiglio regionale del Veneto la mozione sui Pfas che prevede il censimento di tutti gli scarichi. La reazione a caldo della Miteni: “Riteniamo molto importante che la Regione Veneto abbia deliberato un censimento di tutti gli scarichi”. L’azienda di Trissino,  sin dall’inizio del caso Pfas era finita nel mirino di Arpav, ambientalisti e... continua a leggere...

Pedemontana al vicolo cieco. “Rischio di fattibilità” a dirlo è la Corte dei Conti

La  scure della Corte dei Conti si abbatte sulla Pedemontana Veneta, che la definisce un progetto a “rischio di fattibilità”. Il corridoio stradale che taglia trasversalmente il Veneto rischia lo stop dei lavori, peraltro a rilento, finendo in un vicolo cieco entro la fine dell’anno. Le criticità rilevate dalla corte dei Conti soffocano ogni tiepida... continua a leggere...

Cogollo. Carabinieri rassicurano cittadini sui furti: il nostro territorio è una piccola Svizzera

Non è la mancanza di sicurezza il problema di Cogollo del Cengio, ma la paura dei cittadini.   È quanto emerge da un incrocio di dati forniti della prefettura e dalle segnalazioni raccolte dai carabinieri, esposti l’altra sera nella sala conferenze della biblioteca in un incontro aperto alla cittadinanza dal comandante della compagnia carabinieri di... continua a leggere...

Arsiero-Cogollo. Si torna a parlare di Valdastico Nord. Fimbianti: Unione montana prenda posizione

Due anni di tempo per far sentire la propria voce e impedire che il proseguimento della Valdastico Nord diventi realtà. E’ il ‘diktat’ che il consigliere dell’Unione montana Alto Astico Riccardo Fimbianti di Cogollo del Cengio ha portato all’attenzione degli amministratori locali durante l’ultimo consiglio di giovedì scorso, discusso nella sede di Arsiero.   Il... continua a leggere...